Corso astronomia

Dopo due edizioni dedicate al Sistema Solare, quest’anno la AAAV intende proporre un percorso che affronta – approfondendoli – argomenti in tema di particolare interesse.

Si potrà sempre accedere al corso liberamente: sarà infatti possibile iscriversi alle lezioni attraverso il sito di “Astro Team Le Pleiadi” (iniziativa che vede la AAAV tra i suoi fondatori), ovvero un sodalizio di associazioni di astrofili nato con il fine di organizzare e condividere appuntamenti in tema di astronomia e astronautica.

Già nella Home Page del sito appositamente creato (www.teamlepleiadi.it) compaiono in ordine cronologico non solo le lezioni del nostro corso di astronomia, bensì tutti gli eventi resi disponibili dalle varie associazioni che hanno aderito all’iniziativa, ed ai quali potrete liberamente partecipare.

Basterà cliccare sul titolo che vi interessa per accedere al modulo di registrazione che – una volta compilato con i pochi dati richiesti – vi farà immediatamente pervenire per mail le credenziali necessarie per partecipare tramite webinar on-line alla conferenza / lezione che avete selezionato. Vi aspettiamo!

Nota: tutti i titoli del nostro corso sono stati inseriti con la dicitura iniziale “Corso AAAV”.

Da Hubble ad Hubble: 80 anni per scoprire l’universoAlberto Villa

Solo a ridosso degli anni 30 Edwin Hubble scopre l’esistenza di altre galassie. Il telescopio spaziale Hubble (HST) messo in orbita dalla NASA il 24 Aprile 1990 ed a lui dedicato, ne fornisce immagini spettacolari che consentono di studiarle, regalandoci in circa 80 anni dall’intuizione del grande astronomo una nuova interpretazione dell’Universo abitato anche dalla nostra Via Lattea. È sorprendente vedere come atlanti e libri antecedenti la scoperta di E. Hubble, non citassero strutture esterne alla nostra galassia, dando interpretazioni fantasiose per spiegare forme di oggetti che non si sapeva dove e come collocare. Un’occasione per percorrere l’evoluzione dell’astronomia da quella sensazionale scoperta!

E’ tempo di MeridianeValerio Menichini

A molti di voi sarà capitato, passeggiando per centri storici di città o piccoli paesi, di trovare sulle facciate di alcuni edifici, in genere chiese o monasteri, delle strane raffigurazioni composte principalmente da linnee   contrassegnate da numeri romani o segni zodiacali, disegnate al centro di un riquadro decorato. Il tutto completato da un asta infissa nella parete che genera un’ombra, quando il cielo è sereno, sul quadrante stesso. In questa lezione del corso andremo alla scoperta dei principali tipi di orologi solari partendo dalla loro storia fino a comprenderne il loro funzionamento e la loro lettura.

James Webb Space Telescope: l’universo visto con occhi diversi!Silvia Fiumalbi e Alberto Villa

Il James Webb Space Telescope (JWST) è uno dei progetti spaziali più complessi mai sviluppati in assoluto, con notevoli ambizioni e prospettive di nuove scoperte per quanto riguarda la formazione di nuovi sistemi planetari e le relative possibilità di sviluppo della vita, lo studio delle galassie più lontane ed antiche e di conseguenza l’origine e l’evoluzione dell’universo. Per essere performante allo scopo, JWST è particolarmente sensibile nell’infrarosso, dandoci così una visione dell’universo nuova e per certi versi inedita. La sua storia, la strumentazione di bordo, l’incredibile viaggio che lo ha portato su un’orbita molto particolare: il tutto con le splendide immagini dei primi incredibili risultati già ottenuti che ci portano ai primordi del nostro universo! Serata assolutamente da non perdere … seguiteci in questo incredibile viaggio!

Abbiamo tempo? Introduzione alla Relatività Ristretta! – Dennis Marco Montagna

Guardiamo il cielo e la prima cosa che pensiamo è “Spazio”. Non a caso “Spazio ultima frontiera…” erano le celebri prime 3 parole di una ancora più celebre serie di fantascienza. Ma lo spazio è così grande che subito usiamo il tempo: quanto tempo ci vuole per andare su Alpha Centauri? Anni luce. Ma usiamo lo spazio o il tempo? Nemmeno il tempo per pensare e capirci qualcosa che qualcuno ci dice che se andiamo troppi veloci allora gli orologi segnano tempi diversi, quindi il tempo è relativo. Quindi abbiamo un fuso orario diverso a seconda del quadrante della galassia? No, niente di tutto questo: è una delle bellezze del nostro universo che abbiamo capito solo di recente. Lo spazio è il tempo sono legati, come la trama di un prezioso tappeto su cui si disegna tutto. Nella lettura di questa sera cercheremo di capirlo insieme con semplici passaggi per poi spendere meglio il nostro tempo. Quindi grazie in anticipo per il tempo che passeremo insieme. Guardate il lato positivo questa lettura vi prenderà solo tempo e non spazio, anche se lo spazio e tempo…vabbè vi aspettiamo ne parleremo. Solo due avvertenze: 1. non state a comprare tempo, stiamo solo 2 ore o se volete 5×10>-5 parsec 2. saremo tutti fermi non in movimento, il tempo sarà uguale per tutti.

L’astronomia nell’arte!Stefano Caverni

L’Astronomia ha da sempre esercitato sull’umanità un fascino misterioso ed irresistibile, dove fenomeni naturali tanto armoniosi quanto indecifrabili sono assoluti protagonisti. Non sorprende se allora essa ha influenzato l’Arte, che nella sua più somma definizione “è l’espressione estetica dell’animo umano”: lo splendore del firmamento nei secoli è stato un modello di perfezione che non di rado ha ispirato artisti di ogni epoca. Pittura, letteratura e architettura sono solo alcuni dei campi dove l’Astronomia ha avuto grande influenza nell’Arte, e stasera scopriremo alcuni mirabili esempi, in particolare nella nostra bella Italia.